Cuocere una Fiorentina in casa: come fare

Tutti avrete sentito parlare della bistecca Fiorentina, uno dei tagli di carne Italiani più pregiati nel Mondo. Ma si può cucinare una Fiorentina fra le mura domestiche? Ovvio che si! Non è facile ricreare il sapore della carne alla griglia , ma in questo articolo andremo a vedere consigli e segreti per cucinare un ottima bistecca senza uscire di casa!

Bistecca alla Fiorentina, scopriamo di più!

La Bistecca Fiorentina è facilmente riconoscibile, visto che presenterà un osso a forma di T, solitamente viene utilizzata la razza Chianina, per la presenza di carne e grasso in perfetto equilibrio. Come ben sapete questo tipo di filetto deve subire una frollatura prima di essere cotto e mangiato, la frollatura consiste nel lasciare riposare la carne in una cella frigorifera dai 10 giorni alle 5 settimane, questo per ottenere un estrema morbidità dalla carne, e un sapore più marcato dal grasso, in pratica, una vera e propria stagionatura della carne. La carne, durante la frollatura ovviamente perderà anche l’acqua contenuta, ed è per questo che è un processo abbastanza delicato, poiché, bisogna sempre controllare lo stato di umidità della carne, altrimenti si rischia che vada tutto a male!

Preparazione e Cottura della Carne

Adesso passiamo alla fase saliente, la preparazione e la cottura della nostra fiorentina. Prima di tutto, dovete uscire dal frigo la carne almeno 2 ore prima la cottura, perché lo shock termico provocato da un passaggio di temperatura repentino, potrebbe provocare una totale perdita dei succhi della carne, e potremo ritrovarci sul piatto una fettina qualunque e senza sapori di nessun tipo, questo è un passaggio che consigliamo con tutti i tipi di carne, ovviamente, non con i tempi della Bistecca, ma magari uscire la carne 15 minuti prima della cottura. Prima di mettere a cuocere la carne è consigliato asciugarla con un panno di carta assorbente, questo per togliere l’umidità accumulata nel tempo, e per andare a creare quella crosticina esterna che regala un sapore unico. Il passo finale, prima di cuocerla è sicuramente quello di massaggiare la carne con un filo d’olio in ambo i lati, in modo tale da non farla attaccare alla superficie durante la cottura.

Cuocere una Fiorentina in casa

Adesso passiamo alla fase più delicata del procedimento, la nostra Fiorentina dopo tutte le procedure, è pronta per essere messa sul fuoco, ma è possibile cuocerla anche tra le mure domestiche? Certo, vi diciamo noi come fare! Prima di tutto dotarsi di una bistecchiera a padella, da far riscaldare sul fuoco (in questo articolo abbiamo scelto le migliori), dopodiché accertarsi che le finestre della cucina o dell’ambiente in cui state cucinando questa succulenta bistecca, siano aperte, in modo tale da far circolare i fumi emanati dalla cottura. A questo punto facciamo cuocere la nostra bistecca 4/5 minuti per lato, anche nella parte in cui è presente l’osso, questo in modo tale da avere una cottura ideale anche all’interno. Un scelta molto importante è quella della temperatura, infatti, è importante scegliere una fiamma medio-alta, e tenere quella temperatura in modo costante per tutta la cottura, in modo tale da avere una cottura uniforme!

Meglio cottura al Sangue oppure Media?

Resta solamente da decidere quale livello di cottura della carne preferite, trattandosi di una Fiorentina, noi vi consigliamo una cottura al sangue, per gustare a pieno i sapori della carne, poi l’ideale dopo la cottura, è quello di tagliare tutta la carne a piccoli pezzi, e servire su un vassoio di pietra ollare riscaldato, in modo tale da dare una cottura lenta e saporita alla carne, pezzetto per pezzetto. Non ci sentiamo di consigliare invece la cottura Media, visto che stiamo trattando una bistecca parecchio spessa, per attuare una cottura media dovremmo farla cuocere più a lungo, cosa che non consigliamo, perché corriamo il rischio di bruciarla completamente nei lati per far si che la carne sia cotta anche dentro. Ovviamente ognuno ha i suoi gusti personali, ma la cottura media è più consigliata per un Hamburger oppure per una carne di Maiale, dove invece non consigliamo assolutamente la cottura al sangue!

Come condire la Fiorentina

Solitamente questa bistecca va condita in modo semplice, con del sale grosso oppure con il sale integrale grigio di Guerande consigliato per le carni al sangue. Tuttavia, se volete provare una salsina, ve ne consigliamo una da fare a casa, basterà unire in una ciotolina, olio extravergine di oliva, origano,menta verde, pepe e un goccio di limone, questa salsa molto fresca vi consentirà di gustare tutti i sapori della carne, ma al tempo stesso darà un sapore leggero e fresco alla vostra bistecca. Per chi è un amante delle salse americane, invece, sconsigliamo assolutamente la Salsa Barbecue, perché andrebbe ad uccidere il sapore della Fiorentina rendendola una bistecca come le altre, consigliamo invece una salsa Worcester, disponibile in parecchi supermercati e ovviamente anche su Amazon. Tuttavia, potete anche condire semplicemente con del sale grosso, e accompagnare il tutto con un buon bicchiere di Vino o magari con degli ottimi contorni!

Quali contorni sono più adatti alla bistecca?

Sicuramente, ognuno di noi accompagnerà la Fiorentina con dei contorni diversi, i più classici prepareranno un insalatona Lattuga e Pomodoro, altri magari faranno vari esperimenti, ma in realtà, qual’è il migliore contorno per la tradizionale bistecca alla Fiorentina? Sinceramente per noi, sono le vecchie patate al forno, evitate le patatine fritte, non è mica una bistecca qualunque, semplicemente lavate per bene le patate e tenete la buccia (da un sapore molto particolare), poi tagliate prima in due la patate e successivamente fate delle fette di 2/3 cm. A questo punto non vi resterà che condire con olio, sale, pepe ed origano, e mettere in forno a circa 180° per 30/40 minuti (consigliamo la ventilazione). Potete anche sbizzarrirvi con qualunque tipo di antipasto o contorno, ricordatevi però, che la Fiorentina ha un sapore particolare, e crediamo sia meglio gustarlo senza troppi fronzoli!

Quale vino accompagnare alla Fiorentina

Come ogni carne che si rispetti, deve essere sicuramente accompagnata da un buon vino, noi abbiamo fatto un paio di tentativi, e quello che possiamo dirvi e di accantonare assolutamente il Vino Bianco, poco consigliato per la carne (oltre qualche eccezione). Il vino che vi consigliamo è un bel rosso, possibilmente non troppo forte nel sapore, altrimenti andrebbe a coprire tutti i sapori del pasto, sconsigliamo vini frizzanti, meglio un buon vino di casa oppure di produzione Biologica. Se proprio dobbiamo andare nello specifico, pensiamo sia meglio un Lambrusco I.G.T. GRAN CRU MARCELLO, dal profumo intenso e fruttato, oppure per gli amanti del Vino Bianco, consigliamo Donnafugata Anthìlia Catarratto, vino Siciliano Doc, che vi permetterà di fare un vero e proprio viaggio tra le terre Sicule!

Quale frollatura scegliere

Il dubbio che ci assale adesso, è quale stagionatura della Fiorentina scegliere, bene, dovete sapere che la stagionatura o per meglio dire la frollatura della carne ha un impatto decisivo sul sapore stesso! Infatti, tutti i sapori che andiamo a riscontrare sulla fiorentina, per la maggior parte vanno a dipendere da quanto tempo la nostra carne sia stata a riposare e rilasciare i liquidi. Il nostro consiglio è quello di scegliere una bistecca con almeno 2 mesi di frollatura, ovviamente, se non vi trovate in Toscana, altrimenti lì, i 12 mesi sono d’obbligo. Sconsigliamo assolutamente la frollatura breve, perché la bistecca potrebbe portare sapori troppi forti al nostro palato e non farci assaporare i gusti reali della carne. Per ogni dubbio ovviamente chiedete al vostro macellaio di fiducia, che saprà sicuramente consigliarvi la frollatura migliore e quella a disposizione!

Ovviamente bevete responsabilmente ma soprattutto in buona compagnia!

Una bistecchiera da usare in casa economica

Dopo aver letto la nostra guida, magari vi chiederete quale sia allora la bistecchiera da usare per cuocere la Fiorentina alla perfezione, noi sinceramente ne abbiamo provate un paio, qualcuna più costosa, e qualcuna economica ma assolutamente scadente! Alla fine, abbiamo scelto la migliore, ad un prezzo di mercato veramente buono, si tratta della Bistecchiera Italiana Ballarini Cortina Granitium da 28cm, davvero una potenza per cuocere le vostre bistecche. Nel caso in cui magari avete bisogno anche della pietra ollare, per far rosolare la carne anche arrivata a tavola, vi consigliamo senza ombra di dubbio il Villeroy & Boch BBQ, dalla qualità ma soprattutto funzionalità davvero eccellente! Un fattore che farà la differenza sarà ovviamente l’attenzione che metterete nelle cottura, dovete essere bravi a non far attaccare la carne alla bistecchiera, e a non schiacciarla di continuo, mi raccomando sempre a non farla bruciare troppo, o rischierete di far scomparire tutti i sapori! Occhio invece, a far circolare l’aria nella stanza, tenete sempre una finestra sempre aperte e non vi allontanate troppo dalla cucina, tenete sempre la vostra Bistecca sotto controllo e assicuratevi di aver spento i fornelli e tolto la bistecchiera dal piano cottura dopo aver finito tutto!

Adesso, non vi resta che ordinare la vostra bella Bistecca alla Fiorentina, preparare il tutto, invitare i vostri migliori amici, e godervi una cena o un pranzo da Favola!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: